14 Ingredienti per un pieghevole vincente

Martina

Sei stanco di creare il solito pieghevole che fanno tutti ma vuoi creare qualcosa d’impatto?

Allora in questo post voglio suggerirti dei consigli per evitare i soliti errori prima di stamparlo

Sei pronto? Via!

Molte aziende stanno utilizzando la pubblicità via web per farsi conoscere ed espandersi. Perfetto! Giustissimo! Un canale molto utile per aumentare le vendite.

pieghevoleMa se l’azienda partecipa ad una fiera dovrà lasciare qualcosa di concreto e non virtuale. Non credi?

Qui entra in gioco il pieghevole detto anche depliant…ma bisogna giocarsela bene!

Come avrai ben notato ci sono molte tipografie dove puoi acquistare online. Calcola il preventivo, prendi il file e stampa. Funziona così no? Tutti oramai capaci di realizzare un depliant.

E’ uno strumento di marketing che se fruttato al meglio può davvero catturare clienti nuovi e portare profitto alla tua azienda ma devi farlo nel modo corretto altrimenti sarà stato solo una perdita di tempo e di soldi!

Tutti i punti che leggerai qui sotto non sono una lista delle spesa ma errori che voglio farti evitare di fare.

ImprimirEcco i 14 Ingredienti per un pieghevole Vincente

  • Avere in mente l’obbiettivo preciso che si vuole raggiungere quindi organizzando degli incontri tra il grafico e il committente per organizzare le idee in modo chiaro ed ordinato senza dispersione di tempo e sopratutto incomprensioni.
  • Scrivere a penna le idee.
  • Le scelte dei contenuti e la grafica dovranno viaggiare passo a passo per  riuscire ad avere un equilibrio ed raggiungere l’obbiettivo. Fissare bene quindi il tipo di target di riferimento.
  • Dove verrà consegnato il pieghevole? Decidere già da subito che strumento di divulgazione che verrà utilizzato.
  • Scegliere il formato del pieghevole.
  • Il titolo della brochure non deve per forza contenere il nome dell’azienda. Deve rappresentare un “call to action”. Uno stimolo del cliente a vedere che cosa c’è all’interno.
  • Non si può essere solo creativi ma anche curare nei dettagli la parte dei contenuti. Il testo deve essere informativo, coerente e incisivo. Che soddisfi il bisogno.
  • L’aspetto grafico deve essere coerente con il business che si vuole rappresentare.
  • Scelta del font. Massimo due caratteri. Non creare confusione a chi lo guarda.
  • Non commettere errori di battitura nei testi. Stampa una prova di stampa della brochure. A monitor non ti accorgerai di certi errori mentre sulla carta di accorgerai più facilmente delle imperfezioni. Sia graficamente che nei testi
  • Scegli la semplicità in ciò che inserisci all’interno del pieghevole. Ricorda che le cose semplici spesso sono le migliori e funzionano di più.
  • Tra un revisione e l’altra fai passare del tempo. Quando hai visto per troppo tempo la stessa cosa ti autoconvinci che sia giusta.
  • Non usare ripetizioni che appesantiscono la lettura.
  • Come ultima cosa fai leggere il lavoro a chi non lo ha mai visto come per esempio ad amici o colleghi.

 

PS: Ti chiedo un piccolo sforzo. Condividi il post con il pulsante che trovi qui sotto. Per me è molto importante, a te costa un secondo del tuo tempo.

canocchiali

Suscita curiosità al TUO cliente.

Scrivi quello che realmente puoi offrirgli.

 

Bisogna guardare oltre e non continuare a fare ciò che fanno tutti ma non inventarti cose che poi non sai mantenere. Sii VERO.

Prendi spunto da qui per creare il tuo pieghevole. Scegli per il tuo pieghevole/depliant la piega migliore!

 

Prendi spunto anche da qui

Occorre dunque trovare il giusto equilibrio tra i contenuti e il layout e affidarsi per la stampa a GS Printing Group è una scelta sicura. Consigli sul tipo di materiale e sul formato. In base alle tue esigenze.

Non sono qui per convincere ma se proverai potrai capire tu stesso del servizio.

Ora sta a te scegliere. Sei pronto per creare il tuo pieghevole?

Un abbraccio

Martina

Iscriviti alla Newsletter
Una volta iscritto controlla la tua email. Ah, niente Spam! 🙂

Martina
Martina

Ognuno di noi ha il suo carattere, le sue esperienze, le sue abitudini e c’è chi vuole tenerlo nascosto oppure esprimerlo come farò io! In questo modo vorrei mettere in condivisione i miei pensieri, le mie passioni con voi...un buon modo per confrontarsi e mettersi in discussione...che ne dite? Chi sono? Sono Martina, sono nata a Treviso il 5 gennaio del 1989. Ho iniziato a giocare a basket all’età di 6 anni e fino ad arrivare alla Laurea in Scienze e tecniche della comunicazione grafica a Mestre (ISTITUTO UNIVERSITARIO SALESIANO VENEZIA). Di che cosa mi occupo? Potrei dire che sono un graphic designer ma mi occupo anche di marketing, scrivo articoli per il blog per l’azienda in cui lavoro e mi interfaccio con le persone che incontro nel web. Sono dell’idea che non voglio insegnare nulla a nessuno ma esprimere le mie esperienze e condividerle e magari anche imparare sempre qualcosa in più!